martedì 16 settembre 2008

La politica dei piccoli passi

Una sera di molti anni fa (ero poco più di ventenne), ero a cena con degli amici. Tra noi c’era Giorgio, un carissimo amico di allora, cui piaceva mangiar bene.

Quando il cameriere arrivò, tutti noi ordinammo un antipasto e la classica pizza, Giorgio no. Cominciò a fare l’elenco delle cose che gradiva assaggiare ed alla fine, credo che le portate solo per lui furono sei o sette.

Mentre lo guardavo mangiare con gusto, mi venne spontaneo fargli questa domanda: “Dimmi un po’, ma come fai a mangiare tutto?”. Giorgio mi guardò, fece un sorriso e, con fare candido disse semplicemente: “E’ logico, una cosa alla volta”!

Gli anni passarono, persi di vista Giorgio e, soprattutto, dimenticai quella frase.

Era appena finito il 2000 (lo ricordo bene perché l’anno precedente è stato infausto per me) e durante uno dei miei seminari motivazionali in Versilia, alla domanda di un Signore in prima fila che mi chiedeva come fosse possibile raggiungere un grande obiettivo, risposi in maniera d’impeto e gli dissi: “E’ logico: un passo alla volta”.

L’inconscio aveva lavorato dentro di me per tutti quegli anni ed alla prima occasione, mi aveva fatto trovare pronta la risposta.

Perché Ti racconto tutto questo? Semplice, perché per raggiungere un grande obiettivo dovrai prima dividerlo in tanti piccoli pezzi e poi fare tanti piccoli passi.

Per esempio, se Vuoi laurearti, Ti è difficile pensare all’obiettivo complessivo in sé, soprattutto se sei all’inizio, molto meglio fare in questo modo:

1. Stabilisci un periodo credibile in cui Ti Vuoi laureare (quattro anni sono credibili, un solo anno è poco credibile);

2. Domandati quanti esami Vuoi dare in un anno (sei o sette esami sono credibili, 12 esami in un anno sono poco credibili);

3. Adesso definisci quali azioni pratiche devi fare ed elabora un programma dettagliato anno per anno (e ricorda: senza le azioni tutto il resto sarà nullo).

Fatto? Ok. Quale sarà dunque il Tuo prossimo obiettivo? Laurearti tra quattro anni?

No, il Tuo prossimo obiettivo sarà l’esame di diritto (me lo sono inventato) fra tre mesi. Dopo che avrai superato l’esame di diritto, quale sarà il Tuo prossimo obiettivo? Semplice, il secondo esame della lista, e così via.

In questo modo hai preso un grande obiettivo proiettato nel tempo (ben quattro anni) e lo hai diviso in sotto obiettivi più corti.

Un gran vantaggio per il Tuo cervello, che potrà nutrirsi di piccoli obiettivi raggiunti nel breve periodo ed alimentarsi continuamente di nuova energia.

Un solo unico passo da gigante sarebbe stato impossibile, e la mancanza di risultati, ben presto Ti avrebbe portato alla frustrazione. Invece, una serie di piccoli passi Ti porterà lontano, molto lontano. In questo caso alla Tua beneamata laurea.

Ricorda: la politica dei piccoli passi è fantastica.

Una piccola azione oggi, unita ad una piccola azione domani, insieme con un’altra piccola azione dopodomani, Ti avrà fatto compiere, alla fine, una grande azione. Ovvero: un grande obiettivo.

Nel mia esperienza personale, la politica dei piccoli passi mi ha sempre portato lontano. Ho imparato e fatto mio, un detto fantastico e me lo ripeto ogni giorno: “PENSA IN GRANDE, AGISCI IN PICCOLO”.

Anche Tu, impara a pensare in grande, ad avere grandi obiettivi e poi ad agire in piccolo, a piccoli passi.

Mi racconti come fai a raggiungere i Tuoi grandi obiettivi? Lasciami un commento al post.

Giancarlo Fornei
Formatore Motivazionale & Mental Coach
“Che aiuta le persone a raggiungere un obiettivo in 5 passi”

Nessun commento: